Prevedibile evoluzione del 2014

Alla luce dell’andamento dell’ultimo trimestre 2013 e dei primi mesi del 2014, Pirelli conferma gli obiettivi 2014 indicati lo scorso novembre in termini di:

  • Ebit per 850 milioni di euro prima degli oneri di ristrutturazione pari a 50 milioni di euro
  • investimenti inferiori a 400 milioni di euro generazione di cassa ante dividendi superiore a 250 milioni di euro
  • posizione finanziaria netta passiva per circa 1,2 miliardi di euro.

Il fatturato consolidato è previsto pari a circa 6,2 miliardi di euro (rispetto al precedente target di circa 6,6 miliardi di euro) essenzialmente per un più cauto scenario dei cambi, previsti a -9%/-10% rispetto al precedente target di -2%/-3%.

In termini organici, cioè escludendo l’effetto cambi, la crescita dei ricavi si attesta a >+9%/+10% rispetto alla precedente ipotesi di >+8%/+9% a fronte di:

  • volumi superiori al +5% (in linea con il precedente target) ma con maggior apporto della componente Premium (crescita superiore al +14% rispetto al precedente target pari a circa il+12%). Invariate le stime di sviluppo per i volumi Consumer (>+6%) ed Industrial (tra +4% e +4,5%);
  • price/mix in miglioramento al +4%/+5% (+3%/+4% il precedente target).

Il target di risultato operativo (Ebit) escludendo gli oneri di ristrutturazione è confermato a 850 milioni di euro quale effetto di:

  • un miglioramento della leva prezzo/mix al +4%/+5% (+3%/+4% in precedenza), come già commentato, con effetto positivo sul risultato operativo di circa 15 milioni di euro;
  • un minore impatto dal costo delle materie prime rispetto alle precedenti stime (-75 mln di eurorispetto ai -120 milioni di euro precedenti);
  • la citata maggiore volatilità dei cambi con un riflesso negativo totale sul risultato operativo pari a 110 mln di euro rispetto ai precedenti -50 mln di euro.